qc terme

QC TERME: UNA DOMENICA DI RELAX

Non sono affatto un amante delle terme, dei massaggi, delle ciabattine in plastica che sembra più plexiglass tossico e degli asciugamanini. Cioè, cari miei, zero. Le ho sempre guardate con estrema diffidenza. Ciò nonostante, alle QC Terme ci sono tornato tre volte. Ed è tutto dire sulla qualità del centro benessere. 

LA STRUTTURA

La struttura è disposta su tre livelli, con il più inferiore dei quali dedicato alle vasche e ai getti d’acqua. Al piano terreno, subito dopo aver salito le scale, sulla sinistra si apre l’area bistrot – con un buffet compreso nel biglietto – mentre sulla destra prima c’è una sauna alle erbe aromatiche e poi una seconda sala verso cui si accede alla piscina esterna. L’area presenta anche una sauna con vista panoramica sulla Val di Fassa – meravigliosa d’Inverno, con la neve fresca cumulata sulla collina -. Infine, sul piano rialzato, ci sono cinque o sei sale tematiche immerse nel silenzio. Amo. Il silenzio, dico. Ciascuna stanza dispone di materassi o sdrai di vario tipo aggrappati al muro, dondolano. Praticamente sono delle culle. Come tornare bambini. 

qc terme

 

LE PISCINE E LE SAUNE 

Il centro benessere di Qc Terme è immenso. E’ stato uno dei miei primi pensieri la prima volta che mi ci sono recato. Ci sono almeno una ventina di vasche e piscine, tutte diverse e con differenti percorsi. Ad esempio, ce ne è una annegata nel buio con un cielo stellato e la musica sott’acqua. Oppure una vasca con un getto a cascata di tre o quattro metri. E poi, l’ambiente circostante è elegante, curato, probabilmente eccessivamente nuovo, ma solo perché lo stabile è stato aperto da nemmeno un anno. La sauna panoramica al piano terreno, di fianco all’entrata per la piscina esterna, gode di una vetrata a tutto muro sulla vallata, e io, che soffro il calore come un Levriero Afgano al 15 di Agosto, quasi mi sono dimenticato dell’afa. Quasi. Perché poi stavo per morire per asfissia. 

qc terme

qc terme

 

Per la natura, il panorama circostanze, personalmente apprezzo ben di più le Qc Terme della Val di Fassa, di cui allego il relativo sito internet: https://www.qcterme.com/it/val-di-fassa/qc-terme-dolomiti

Il biglietto giornaliero d’entrata viene 45 euro durante la settimana o 50 se Sabato/Domenica. Il biglietto è comprensivo di ciabatte, asciugamano, accappatoio, armadietto, nonché il self service nell’area Welness Food in orario aperitivo. In alternativa, l’ingresso serale a partire dalle 19.30, la cui entrata costa 38 euro dal Lunedì al Giovedì, o 42 dal Venerdì alla Domenica. Qc Terme in Val di Fassa si raggiunge facilmente con l’autostrada, sino a Bolzano Nord, dove prendere l’uscita; quindi, al primo bivio dopo il casello, prendere la destra con direzione Pozza di Fassa, passando per il Lago Carezza. Non disperate, c’è un cartello. Se andate in Inverno, montate le gomme da neve. Che io c’ho fatto la fiancata della macchina. 

 

 

 

SKolliakos

Mi chiamo Sebastian Kolliakos, ho 23 anni e studio Giurisprudenza, facendo la spola tra Verona e Trento. Sono sempre alla ricerca di un viaggio, meno degli aerei da prendere, di cui ho la fobia. Parto da solo, in coppia, in gruppo. Non importa. Mi è sufficiente partire. E sono sempre alla ricerca di nuovi compagni di viaggio!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebook

Lascia un commento